Le volontarie di Mani di Mamma confezionano corredini minuscoli per i bambini nati pretermine nelle Terapie Intensive
Neonatali e per i piccolini del Nido.
Nel mondo, 1 bambino su 10 nasce prematuro. E in questi ultimi anni i medici, gli infermieri e gli operatori hanno dato
sempre più risalto ed attenzione alla nascita prematura. Accogliere i bambini appena nati per evitare traumi e sofferenze,
e accogliere i genitori, con calore ed affetto, tenendo, per esempio, i reparti aperti 24 ore su 24.
Mani di Mamma ha sede a Reggio Emilia ed è attualmente presente in oltre 50 ospedali che aderiscono al nostro
progetto, in gran parte del territorio italiano, nelle Terapie Intensive Neonatali (TIN) e nei Nidi. Scarpine piccolissime e
cappellini buffi per scaldare i piccoli nati pretermine, “sacchi nanna” e corredini, tutti rigorosamente fatti a mano, con
filati pregiati, lana purissima, cashmere, merinos. E ancora i “dudu”, morbidi pupazzetti che la mamma tiene con sé per
una notte e poi mette nella culla vicino al bimbo, perché senta il suo profumo e sia così più sereno e sicuro.
Le Terapie Intensive e i Nidi apprezzano molto gli indumenti che arrivano da Mani di Mamma, perché rientrano nel
protocollo Care, cioè l’insieme di azioni volte a rendere più umana la permanenza in ospedale, sia del piccolino che dei
genitori, che vedono così il loro bambino vestito, accudito e colorato, e questo ha un effetto positivo sia sul piccolo che
sulla mamma.
Inoltre, i capi studiati appositamente da Mani di Mamma in collaborazione con medici e infermieri delle TIN, si sono
rivelati utilissimi nella marsupio terapia, nell’allattamento, e nel wrapping.
Vengono programmate dalle incaricate di Mani di Mamma consegne mensili o bimestrali che si basano su gruppi di
lavoro sparsi in tutta Italia e che raccolgono donne di ogni età.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.